Guarigioni Sciamaniche

Il praticante sciamanico non agisce sul corpo fisico, ma sul corpo energetico (nella dimensione spirituale). Egli lavora nella realtà non ordinaria, dove incontra gli Spiriti Compassionevoli che collaborano con lui per portare guarigione. Dal punto di vista sciamanico, la malattia ha prima di tutto un aspetto spirituale che deve essere guarito; solo dopo ci si può aspettare di avere anche un’eventuale guarigione fisica. Ogni malattia fisica è vista infatti come la manifestazione di una disarmonia interiore.

Recupero dell’Animale di Potere Nel caso in cui il praticante sciamanico, con l’aiuto dei suoi alleati, capisca che nella persona c’è stata una disconnessione con l’Animale di Potere, lo recupera e lo riporta indietro, affinché la persona possa ottenere di nuovo potere e guarigione. Inoltre, la disconnessione dall’Animale di Potere (o più genericamente la perdita di potere) può portare a dei “vuoti” nel campo energetico della persona, causando problemi più gravi.

Recupero dell’Anima Nel caso in cui la persona abbia subito particolari traumi o situazioni di violenza, potrebbe avere perso una parte della sua Anima. Il praticante sciamanico in questo caso, accompagnato dai suoi Alleati, va a recuperare uno o più frammenti dell’Anima, che durante il trauma si sono staccati per sopravvivere. Se il vuoto che si è cerato nel campo energetico della persona è di modeste dimensioni, si può incorrere in un aspetto più complesso delle Intrusioni: l’intrusione di altre Anime o Spiriti, quando cioè la persona è “posseduta” da altre Anime. In questo caso il praticante sciamanico addestrato a questo tipo di guarigione, con rituali particolari e molto delicati, va ad effettuare una vera e propria “depossessione”.

Estrazione di Intrusioni C’è la possibilità che per un momento di debolezza, per qualche trauma fisico o psicologico, possano entrare nei vuoti del campo energetico di un individuo delle energie che non gli appartengono, delle Intrusioni appunto. Il praticante sciamanico non giudica queste energie come maligne, ma le tratta compassionevolmente, sapendo che non si trovano nel posto giusto. Quindi, nello stato alterato di coscienza (ottenuto dal suono del tamburo), con l’aiuto dei suoi Spiriti Alleati “vede” dove sono insidiate queste Intrusioni (che gli possono apparire come oggetti disparati quali chiodi, polveri, sassi, insetti, fanghiglia o altro) ed effettua delle estrazioni, proprio come un intervento chirurgico. Da notare che questo avviene sempre nella realtà non ordinaria, quindi al corpo fisico della persona trattata non accadrà niente.

Psicopompo Secondo la visione sciamanica, in molte circostanze l’anima dei defunti rimane intrappolata nel mondo medio – la dimensione terrena. Alcune volte sono proprio i familiari a trattenere lo spirito del defunto, perché non sono pronti a lasciarlo andare. Spesso però l’anima rimane su questa dimensione a seguito di una morte improvvisa o particolarmente traumatica. Lo spirito di un defunto può essere accompagnato nell’aldilà da uno Sciamano mediante una tecnica specifica. Lo Sciamano entra in contatto con lo spirito del defunto dopo essere andato in uno stato di coscienza alterato, dopodiché svolge un opera di “convincimento” – insieme al suo Spirito Alleato – per ottenere il permesso da parte dell’anima di farsi accompagnare nell’aldilà. I benefici di questa Guarigione si riflettono quasi subito sui familiari. Il lavoro dello Psicopompo infatti, aiuta i familiari a superare il lutto in tempi molto brevi, alleviando notevolmente la loro sofferenza.

 


ALESSIO MASINI

OPERATORE OLISTICO A INDIRIZZO BIOENERGETICO Praticante Sciamanico, Operatore di Reiki Usui Shiki Ryoho e Tradizionale Giapponese, Iscritto al R.E.O.O. come Professionista in base al D.L. 4/2013.

Contact

Phone: 3311243899

Email: justasoulhealer@gmail.com

Website: fb.me/praticantesciamanico


Open chat